Il prezzo del caffè: da cosa dipende?

 In News

Il prezzo del caffè è una delle poche cose che nel corso degli ultimi decenni non ha subito particolari variazioni. Pensateci…negli anni ’90 una tazzina di caffè costava circa 700 lire. Sostanzialmente si può dire che il prezzo del caffè al bar, confrontato con il potere di acquisto delle famiglie è rimasto pressoché invariato. Ma qual è il costo del caffè e da cosa dipende?

Oro nero

Il così detto oro nero è un bene quotato in borsa quindi i costi del caffè dipendono dalla borsa. Il suo prezzo è essenzialmente democratico perché non cambia con il quantitativo acquistato: i prezzi di acquisto sono gli stessi per ogni azienda. Per questo una piccola azienda può avere un ottimo caffè. Ciò che influisce sul prezzo del caffè è la sua qualità. Quello che può ridurre i costi nella produzione di caffè è avere delle piantagioni proprie ma, d’altro canto, non averne è spesso sinonimo di qualità perché si pretendono più facilmente standard qualitativi più elevati.

La filiera

Sono i broker che acquistano il caffè e procedono al controllo qualità. I chicchi vengono poi acquistati dai vari torrefattori che decideranno come tostare e lavorare il caffè appena comprato. Saranno i torrefattori a decidere la qualità del caffè.

I chicchi arrivano poi nel posto in cui viene lavorato, in container necessariamente sanificati perché il caffè ha la capacità di assorbire tutti gli odori e per questo deve restare in ambienti totalmente puliti e inodori.

Il prezzo del caffè

Sul prezzo del caffè finale, per intenderci, quello che pagano i ristoratori, possono infine intervenire numerosi fattori, come la richiesta di attrezzature, merchindising e servizi.

 

 

 

Recent Posts
Contattaci

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Not readable? Change text. captcha txt

Start typing and press Enter to search

attrezzature barcaffè tostato