Caffè Americano: tutte le sue varianti più amate!

 In News

In Italia si conosce più per la cinematografia che per il suo consumo ma cos’è davvero il caffè americano?

Si è soliti identificare il caffè americano come un espresso moooolto lungo, cui si aggiunge dell’acqua bollente. Questo è il modo in cui si fa in Italia, perché negli Stati Uniti si prepara diversamente, con un metodo che si è soliti identificare chiamare caffè filtro. Noi, qui, parleremo dell’americano (e non del cocktail) tale e quale si conosce in Italia e delle sue varianti meno conosciute e non del caffè filtro che tratteremo in altra sede.

La modalità di consumo

Il caffè americano ha una modalità di consumo totalmente diversa dall’espresso. Si beve lentamente, ci si scaldano le mani con la mug, lo si lascia a lungo sulla scrivania (facendo attenzione al computer!) o lo si prende to go, come nei movie americani. Di certo, non si beve in un sorso e non è “il tempo di un caffè”.

La caffeina nel caffè americano

Ma il Caffè americano contiene meno caffeina? No, affatto. Spesso viene preparato addirittura con due espressi, soprattutto se molto lungo (e molto americano) perché abbia il suo tipico colore scuro che è comunque diverso dal colore dell’espresso e, ovviamente dalla sua texture e consistenza.

Come servirlo correttamente

Chiedendo un caffè americano al bar vi troverete davanti la vostra tazza di bevanda bollente (si spera) più o meno lunga. In Italia non si è soliti portarlo al tavolo accompagnato da una piccola brocca di acqua bollente, come invece si fa in altri paesi, e che sarebbe comunque un’accortezza utile e gradita al cliente perché possa allungarlo liberamente.

Il Long Black

In Australia il caffè americano viene servito esattamente al contrario. Ci spieghiamo meglio: al tavolo vi arriverà una tazza d’acqua bollente e, a parte, un espresso da rovesciarci dentro. È quello che chiamano Long Black.

L’Iced Americano

Variante estiva del caffè americano è l’iced, un americano ghiacciato. All’espresso si aggiungerà quindi dell’acqua fredda ed eventualmente del ghiaccio.

Senz’altro un buon sistema per sorseggiare il caffè lentamente nei periodi più caldi evitando l’alto contenuto di zucchero presente per esempio nel caffè shakerato…che però, diciamolo, è tutta un’altra storia!

 

Recent Posts
Contattaci

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Not readable? Change text. captcha txt

Start typing and press Enter to search

caffè filtro